Progetto SicurezzAtavola

Il soffocamento derivato dall’ingestione di corpi estranei è una delle principali cause di morte nei bambini di età compresa tra 0 e 3 anni ed è comune anche in età più avanzata, fino a 14 anni: il 78% dei bambini perde la vita per soffocamento, a causa del cibo, durante l’ora dei pasti. I ristoranti e luoghi pubblici di somministrazione degli alimenti possono essere scenario di gravi problemi legati al soffocamento per ostruzione da cibo. La tematica è di fondamentale importanza, come dimostrano altri Paesi dove tali “sistemi salva vita” vengono comunemente praticati per la sicurezza della popolazione: chiunque lavori dove si somministrano alimenti, deve essere formato per intervenire in caso di soffocamento da cibo. Dieci secondi in certi casi valgono anni: sono la vita. Il maître, il cuoco, il cameriere, la mamma, la nonna, la maestra che sanno cosa fare in caso di pericolo, possono fermare il tempo con un semplice intervento appropriato e consentire ai soccorsi avanzati di fare la differenza. Il progetto SicurezzAtavola intende sensibilizzare il settore professionale allo scopo di creare una formazione mirata e di alto livello, affinché cuochi, camerieri, gestori di mense, baristi siano in grado di intervenire tempestivamente e con competenza, cambiando la sorte di tante famiglie.

In Italia comincia ad esserci una sufficiente cultura sulle manovre di disostruzione in etˆ pediatrica: per questo che il numero degli incidenti evitabili legati all'ostruzione delle vie aeree comincia a diminuire. Ma non bisogna abbassare la guardia. Il problema deriva principalmente dalla mancanza di cultura con l'incapacità di chiunque viva o lavori accanto ad un bambino di riconoscere il pericolo e successivamente la mancata conoscenza di semplici manovre salvavita da attuare in caso di soffocamento, che possono essere acquisite tramite un breve corso di primo soccorso pediatrico. Queste competenze potrebbero davvero fare la differenza in molti casi. Per contrastare questo fenomeno, nasce il progetto SicurezzAtavola: Salvagente Italia e il mensile La Madia Travelfood si uniscono con l'obiettivo di addestrare il personale del mondo della ristorazione alle manovre di disostruzione e di rianimazione con l'utilizzo del defibrillatore, in modo da diffondere la cultura del soccorso, perché imparare a salvare un bambino, e non solo, è patrimonio dell'umanità. Il nostro obiettivo  quindi la promozione della sicurezza a tavola. Attraverso il progetto Sicurezza a Tavola, non abbiamo la presunzione di insegnare come tagliare a piccoli pezzetti il cibo, operazione di per se semplice, ma cerchiamo di evidenziare un problema purtroppo persistente: anche se raramente il cibo può essere pericoloso. La divulgazione di semplici informazioni, può consentire lo sviluppo della cultura per la prevenzione e la diffusione delle manovre per la risoluzione dell'ostruzione delle vie aeree da alimenti.

L'evento di presentazione del progetto

Gualtiero Marchesi sarà premiato Giovedì 16 Novembre a Ozzano dell’Emilia (Bologna): focus e diffusione del suo progetto sulle pratiche antisoffocamento a tavola. 

È Gualtiero Marchesi il «Personaggio dell’Anno» dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino. Il cuoco italiano più famoso nel mondo, è stato scelto anche per aver promosso un progetto importante: per primo, nel 2015, ha diffuso la formazione degli addetti alla ristorazione sulle pratiche anti soffocamento che consentono di salvare, soprattutto i bambini, durante i pasti, mediante una corretta preparazione degli alimenti e la tempestiva attuazione della disostruzione. Le Donne del vino hanno scelto di seguire il suo esempio e raccogliere il testimone. Lo premieranno giovedì 16 novembre, nella dimora settecentesca Palazzona di Maggio a Ozzano dell’Emilia (Bologna), ospiti della socia Antonella Perdisa. Dalle 15, cerimonia di premiazione e dimostrazione delle pratiche di anti-soffocamento che verranno poi diffuse nel resto d’Italia dalle Delegazioni regionali delle Donne del vino. 

Nella ristorazione il primo corso con Gualtiero Marchesi, fra gli allievi, a dare il buon esempio, è avvenuto il 18 marzo 2015 e ha riguardato i responsabili di 9 ristoranti. Chef e gastronomo geniale e innovatore, Gualtiero Marchesi è il cuoco italiano più famoso nel mondo. Ha dato un contributo fondamentale alla rinascita e al successo internazionale della cucina italiana. Ha fondato ALMA Scuola Internazionale di Cucina Italiana (Colorno, Parma), L’Italian Culinary Academy a New York, la Fondazione Gualtiero Marchesi per coniugare la cucina con l’arte e, più recentemente, la Casa di Riposo per cuochi.

 

Giovedì 16 novembre 2017

presso Tenuta Palazzona di Maggio - Ozzano Emilia (BO)

 

Programma

Ore 15

  • Benvenuto agli ospiti e saluto della Presidente Donatella Cinelli Colombini

  • Sensibilizzazione sui casi di soffocamento da ingestione di cibo o piccoli oggetti che sono fra le principali cause di morte dei bambini sotto i tre anni. 

  • Presentazione delle tecniche corrette di preparazione degli alimenti e degli interventi immediati di disostruzione immediata delle vie respiratorie che evitano la morte e le lesioni.

  • Presentazione Progetto “SicurezzAtavola”. Dimostrazione di intervento di salvataggio

 

Ore 16

  • Premiazione del Maestro Gualtiero Marchesi

  • Ringraziamenti a Maria Chiara Zucchi, ideatrice del Progetto SicurezzAtavola nella ristorazione e a Gino Fabbri, pasticcere campione del mondo.

  • Ringraziamenti alla Delegata Antonietta Mazzeo e alle Donne del Vino dell’Emilia Romagna.

  • Consegna della documentazione alle delegazioni delle Donne del vino che diffonderanno il progetto nelle altre regioni italiane

 

Ore 16,30

Aperitivo con i vini delle Donne del Vino dell’Emilia Romagna

Video Tutorial

SicurezzAtavola - Il taglio del cibo per i bimbi

Dario Picchiotti - Chef patron

Antica Trattoria Sacerno Calderara di Reno (BO)

Copyright 2018 LeDonne del Vino Emilia Romagna

All Rights Reserved

Associazione Nazionale Le Donne Del Vino

Emilia Romagna

+39 3203460557

emiliaromagna@ledonnedelvino.com

  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Google+ - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Pinterest - Black Circle
  • Instagram - Black Circle